De-siderare

DESIDERARE = Smettere di guardare le stelle a scopo augurale (da voc. etim.)
Tecnica – collage
Orientamento - verticale

Tutto, scultura, architettura, musica mirava a un sol fine: che l'uomo armonizzasse con il cosmo.
Togliete di mezzo questo fine e che cosa di razionale rimane?
A che vi serve una filosofia se non la potete scolpire, cantare, danzare? A che vi serve scolpire,
cantare, danzare se così facendo non imparate a conoscere gli archetipi del reale?

Il lavoro si compone di tre momenti simultanei che vedono intrecciarsi una parte visiva (concetto legato alla visibilità e invisibilità costruito su fogli filigranati), una parte musicale (musica come vibrazione universale) un video che mostra il primo postulato del teorema di Gödel. L'arte come esperienza aperta, come compenetrazione di linguaggi apparentemente lontani compie il proprio cammino verso verso un ek-stasi (in gr. èkstasis – stare fuori di sé) cambiamento, movimento, fusione, ricongiungimento, azione coinvolgimento dei sensi, desiderio, attività, creatività...È bello ricordare come Schelling paragoni il metalinguaggio filosofico alla visione dei satelliti di Mercurio. "Non li si può vedere ad occhio nudo, ma una volta visti al telescopio li si può scorgere anche ad occhio nudo"1

1M.M.Ponty - La natura; Raffaello Cortina Editore; Milano, 1996.

Video collegati

Dim lights De-siderare. N. Braga - D. Pianigiani